La prima guerra punica

« Older   Newer »
view post Posted on 7/2/2010, 18:51 Quote
Avatar

Group:
Administrator
Posts:
35,941
Location:
.qua giù nel cieco mondo.

Status:


La prima guerra punica


Post bellum Tarentinum romanis totius Italiae imperium erat, Poeni autem insulam Siciliam fere totam regebat. Pro Italiae oris liberae adhuc erant Syracusae, oppidum Graecum opulentum atque antiquum, et Messana quae nuper a Mametinis, saevo Italico populo, occupabantur. Quod syracusani Messanam oppugnabant, Mamertini a Poenis auxilium petunt. Poeni autem praesidium messanam mittunt, sed oppidum subigere cupiunt.Tum Mamertini Romanorum auxilium poscunt. Ergo a Romanis bellum novum extra Italiae oras suscipitur: proeliis nonnullis Poeni vincuntur atque e sicilia fugiunt. Sed pelagus Romanorum navigiis tutum non erat, quia Poenorum nautis magna peritia multaeque scaphae erant, Romani nautae contra imperiti erant et saepe non ab inimicis, sed procellis ventisque delebantur. Tandem Romani callido consilio navigia sua rostris atque corvis muniunt et Poeni primum apud Mylas a C.Duilio, deinde ante Aegates insulas a Lautatio Catulo profigantur. Sic bellum componitur: Poeni pelagi imperium ammittunt et in Africam recedunt, Romani autem Tyrrhenum pelagus totiusque Siciliae oppida obtinent imperiumque suum propagant.

Dopo la guerra tarantina, i romani avevano il controllo di tutta l'Italia, I cartaginesi invece governavano quasi tutta l'isola della Sicilia. Davanti alle coste dell'Italia era ancora libera Siracusa, città greca, ricca e antica, e Messina, le quali poco prima erano state occupate dai mamertini, un crudele popoli italico. Siccome i siracusani attaccavano Messina, i Mamertini chiedono aiuto dai cartaginesi. I cartaginesi allora mandano una guarnigione a Messina, ma desiderando di sottomettere la città. Allora i mamertini richiedono l'aiuto dei romani. Così dai romani è iniziata una nuova guerra fuori dalle coste dell'Italia: i cartaginesi sono sconfitti con pochissimi combattimenti e fuggono dalla Sicilia. Ma il mare dei romani non era sicuro per le imbarcazioni, poichè i marinai (dat) dei cartaginesi avevano grande perizia e molte navi (nom), invece i marinai romani erano inesperti e spesso erano annientati non dai nemici ma dalle tempeste e dai venti. Tuttavia i romani con un'astuta idea muniscono le proprie imbarcazioni di rostri e di arpioni ed i cartaginesi sono sconfitti prima presso Milazzo da C. Duilio, poi davanti alle isole Egadi da Lautazio Catulo. Così la guerra si conclude: i cartaginesi perdono il comando del mare e arretrano in Africa, i romani invece conquistano il mar Tirreno e le città dell'intera Sicilia ed espandono il loro impero.
 
PM  Top
0 replies since 7/2/2010, 18:51